Traduzione al creolo della guida per bambini al Coronavirus

Spiegare ai bambini la situazione che si sta vivendo e’ indispensabile, ma non e’ scontato. Considerati “incapaci di comprendere”, i bambini ad Haiti spesso non hanno un adulto che spiega loro, con un linguaggio appropriato quel che accade. Quindi respirano la paura senza capirne fino in fondo il senso. Sono costretti a stare a casa da scuola (luogo che amano e spesso l’unico posto dove trovano compagni e insegnanti in grado di comunicare in modo efficace con loro) senza sapere perche’. 
E le insegnanti ci dicono che spesso, quei pochi che sono riuscite ad incontrare, hanno detto loro di aver paura di morire e che moriremo tutti. 
La Guida Galattica al Coronavirus prodotta dal MUBA - Museo dei Bambini Milano insieme a Citta Dei Bambini Genova, Explora - il Museo dei Bambini di Roma e al Children's Museum di Verona e’ un ottimo strumento per far comprendere la situazione ai piu’ piccoli (e spesso anche agli adulti, che non hanno accesso a informazioni accurate e sono spesso vittime di fake news). 
I volontari dell’associazione PONTE insieme alla direttrice del CEAL hanno tradotto la Guida in Creolo haitiano e l’hanno diffusa via smartphone. 
Guarda la Guida Galattica al Coronavirus per bambini e bambine curiosi

  • Instagram
  • Facebook

Installati i pannelli solari all'ospedale di Santo (Leogane) 

                     COME OPERIAMO

 

 'FAre e EDucare ad HAITI' consiste di progetti pensati da gruppi

 locali (comunità, associazioni, centri educativi, scuole): insieme

mettiamo in atto le idee che emergono, siano esse EDUCATIVE e di sviluppo comunitario o semplici attività che attraverso il FARE

muovono un cambiamento.

Il supporto dall'estero si concretizza attraverso la definizione condivisa degli obiettivi, aiuti economici, condivisione delle conoscenze, supporto formativo, monitoraggio e valutazione partecipata.

In Italia e in Svizzera organizziamo attività di educazione interculturale,

diffusione della conoscenza riguardo alla cultura haitiana e raccolta fondi.

 

DOVE AGIAMO

Il programma è attivo soprattutto a Leogane, epicentro del terremoto del giugno 2010. Inizialmente i progetti sono stati realizzati a seguito dell'emergenza, ma si sono presto trasformati in iniziative

che promuovono lo  sviluppo del territorio, grazie alle

competenze, alla motivazione e alla determinazione

delle comunità locali. 

Altre zone dove abbiamo supportato piccoli interventi sono:

Cité Soleil (la grande bidonville di Port au prince) e Fondol

(una comunità montana nella zona di Cabaret). 

Guarda le nostre immagini e poi vai alla pagina ATTIVITA'

Associazione Ponte | PONTE Verein 

Via Radaelli 13 - Venezia (Italy) | Quartzstrasse 23 - 8053 - Zürich (CH)

assoponte@gmail.com - +39 3474711051

© 2020 by Associazione Ponte